Swipe to the left

gennaio 2019

#lego, #costruzioni

Lego da costruire: perché fanno bene ai bambini

By D D 11 mesi fa 2974 Visualizzazioni Nessun commento

Non c’è gioco più amato al mondo dei Lego da costruire. Bambini, ragazzi e adulti di ogni età, nessuno riesce a resistere al fascino intramontabile di questi colorati mattoncini. Da quando sono stati inventati, nel 1949, i LEGO sono diventati il gioco preferito di milioni di persone al mondo tanto da conquistarsi il titolo di “gioco del secolo” per ben due volte.

Non c’è altro gioco al mondo più di questo capace di scatenare creatività e fantasia. Giocare con le costruzioni Lego però non è solo divertente, ma anche educativo e formativo soprattutto per i più piccoli. Costruire con le sue mani macchinine, animali, trenini, castelli e quant’altro, stimola il bambino in molti modi aiutandolo a sviluppare importanti abilità cognitive, motorie e relazionali.

Perché i Lego fanno bene ai bambini:

  • Sviluppano il pensiero matematico e geometrico;
  • Insegnano ad essere concentrati, pazienti e perseveranti;
  • Migliorano fiducia in se stessi e autostima;
  • Stimolano la motricità fine;
  • Sviluppano abilità sociali.


Cosa costruire con i lego

La forza e il divertimento dei mattoncini Lego sta tutta nella loro capacità di essere intercambiabili e perfettamente componibili gli uni con gli altri, per costruire qualunque cosa suggerisca l’immaginazione. Dalle macchinine della polizia ai trenini, dalla navicella di Star Wars ai monumenti architettonici più celebri al mondo, dalle lettere dell’alfabeto ai numeri, non c’è limite alla fantasia e neppure alle possibilità creative dei LEGO.

5 giochi Lego da costruire:

  • Valigetta delle costruzioni: un grande classico che avvicina i più piccoli ai mattoncini lego per costruire ogni tipo di case, veicoli, animali e oggetti.
  • Lego Disney - Il castello delle fiabe Disney: un classico Lego Disney che ha conquistato le bambine di tutto il mondo. Con il castello della Bella Addormentata si possono ricreare tante straordinarie avventure assieme alla Principessa Aurora, alla strega Malefica e al Principe Filippo.
  • LEGO Batman – Batmobile: un set unico per costruire la celebre batmobile e vivere tante fantastiche e avvincenti sfide contro le forze del male assieme al supereroe della DC Comics e all’inseparabile Robin.
  • Lego Friends – La casa sull’albero: una bellissima casetta su un albero costruita per Mia, Daniel e i loro amici della foresta, con tanto scala, rete di arrampicata e tantissimi altri accessori.
  • LEGO Creator – Dinosauro: un set di 174 mattoncini per realizzare un tirannosauro 3 in 1, con tanto di occhi arancioni luminosi, grandi artigli, denti appuntiti e dotato di articolazioni e testa snodabili. E si può ricostruire anche in un triceratopo o pterodattilo!


Giochi Lego City da costruire

LEGO City è la serie adatta a bambini dai 6 anni in su che aggiunge una nuova dimensione di realismo al celebre gioco del mattoncino. Il suo motto? “Vera azione, vero divertimento”. Con questi mattoncini infatti i bambini potranno sviluppare la loro fantasia costruendo storie avvincenti molto vicine alla vita reale di tutti i giorni. Dai trenini alla caserma dei pompieri, dai mezzi di trasporto pesante all’elicottero della polizia, sono tantissime e diverse le ambientazioni, i veicoli e i personaggi che vivono in questa entusiasmante città, da poter costruire mattoncino dopo mattoncino con tanta immaginazione e divertimento.

5 giochi Lego City per bambini:

  • Lego City – Treno passeggeri: un set per divertirsi a costruire e pilotare questo bellissimo treno radiocomandato proprio come un vero macchinista, grazie al telecomando bluetooth con 10 velocità.
  • Lego City- Centro di comando: un fantastico centro di comando della polizia ricco di dettagli perfetto per cimentarsi in avvincenti inseguimenti fra polizia e ladri.
  • Lego City – Inseguimento fuori strada: un divertente set per lanciarsi in sella ad una moto cross, tutta da costruire con i mattoncini, alla ricerca del nascondiglio segreto del ladro e recuperare il bottino rubato.
  • Lego City – Divertimento in spiaggia: un divertentissimo set di costruzioni per ricreare una spiaggia tutta di mattoncini, con tanto di bagnanti, castelli di sabbia, tavole da surf e sedie a sdraio.
  • Lego City – Caserma dei Pompieri: ogni città che si rispetti ha bisogno di una caserma dei pompieri, e questo set LEGO City contiene tutto il necessario per domare piccoli e grandi incendi e rendere sicura la città.



Giochi educativi per bambini, quali scegliere

By D D 11 mesi fa 1169 Visualizzazioni Nessun commento

Quando si diventa genitori si fa fortissimo il desiderio di offrire il meglio ai nostri figli, di crescerli con gli stimoli giusti a garantirgli una mente brillante e una vita felice ed equilibrata. Niente di più naturale, quindi, volere per loro giochi educativi: lo stesso nome ci richiama alla mente un attività che associano il momento del gioco a scopi educativi.

Un bambino che gioca è un bambino felice che sperimenta, che cresce e sviluppa capacità sempre nuove. I giochi educativi perciò risultano lo strumento di apprendimento più efficace, perché divertendo possono insegnare ai bimbi più piccoli le basi della scrittura, della matematica o della musica, ma possono anche avvicinare quelli più grandicelli alla chimica, all'astronomia e anche all'ecologia.

I giochi educativi:

  • coinvolgono i 5 sensi con varietà di stimoli, di materiali e attività adeguate alla loro età;
  • nutrono la loro mente curiosa, stimolandone tanto il ragionamento logico che la fantasia;
  • stimolano le loro abilità linguistiche, favorendo l’uso e l’apprendimento, anche di lingue straniere;
  • sono interattivi e motivanti, e favoriscono la partecipazione;
  • li allenano alla manualità e alla dimensione del fare e dell’agire e ne sostengono l’acquisizione di capacità motorie, di manipolazione e costruzione dello spazio.


Per i genitori, il gioco educativo può essere un valido aiuto per intrattenere i bambini a casa, facendoli divertire e imparare allo stesso tempo. Il suo coinvolgimento nel gioco talvolta è fondamentale: può introdurre e sollecitare un’attività, stabilendo specifici obiettivi educativi-didattici, e vi può anche partecipare attivamente, ma il più delle volte, ai genitori non resta niente altro da fare che stare accanto al proprio bambino e sorvegliarlo, mentre lui, da solo, sperimenterà cosa fare con il suo giocattolo.


Giochi educativi ispirati ai cartoni animati

I cartoni animati sono da sempre i fedeli compagni di avventure dei bambini. La loro capacità di attirare l’attenzione dei più piccoli può trasformarsi in un ottimo canale per scopi educativi. Ad esempio scegliendo giochi educativi ispirati ai personaggi del cinema e della tv più amati dai nostri bambini.

  1. Sapientino: il sapientino è il gioco educativo per bambini più amato di sempre per aiutarli a sviluppare la capacità di memoria e l’abilità manuale;
  2. Edukit: un grande classico dei giochi educativi per bambini. Puzzle, domino, giochi memo. Nelle valigette ci sono tanti giochi tutti ispirati ai personaggi dei cartoni preferiti;
  3. Lavagna luminose: per disegnare tante immagini ispirati ai personaggi del cuore ed esprimere coi colori la propria creatività;
  4. Sabbia magica: la sabbia magica può dare ai bambini la stessa piacevole sensazione piacevole di giocare con la sabbia del mare aiutandoli a sviluppare le loro capacità di manipolazione;
  5. Puzzle 3D: un gioco rompicapo innovativo che può trasformarsi in un’avventura creativa unica.


Giochi educativi per bambini e genitori

I giochi educativi sono giochi pensati per lasciare il segno nella vita di un bambino e nella sua formazione, aprendoli a nuove prospettive, possibilità e capacità. Se è nel gioco che si forma l’adulto che verrà, non è solo la scelta del giocattolo educativo più adatto ad offrire ai propri bambini qualcosa di grande valore. Il compito del genitore è anche quello di ritagliarsi momenti da condividere coi propri figli giocando.

  1. Puzzle: fare un puzzle è sempre un gioco piacevole da fare insieme. Nel bambino stimola la concentrazione e ne sviluppa l’intuito e la vista;
  2. Costruzioni: questo gioco può sviluppare la sinergia tra i bambini e gli adulti, entrambi impegnati a costruire qualcosa e raggiungere un obiettivo;
  3. Set bellezza: anche giocare alla moda è un gioco educativo che stimola la creatività e la fantasia delle bambine, ed è perfetto da condividere con la loro mamma;
  4. Giochi di imitazione: con i set gioco i bambini possono essere mamme, papà, medici, poliziotti, falegnami e gli adulti partecipare alle loro avventure immaginarie, insegnandogli anche qualche regola;
  5. Giochi di società: non c’è niente di meglio dei giochi di società per trasformare anche un momento di svago col proprio bambino in un momento educativo.

Crescere bambini felici con i giochi di società è possibile?

By D D 11 mesi fa 1255 Visualizzazioni Nessun commento

Crescere bambini felici, non è semplice ma non è neanche impossibile. Oggi, i bambini, trascorrono gran parte del loro tempo impegnati in numerose attività. Dal momento in cui ritornano da scuola, la loro vita è un continuo “andare a fare sport, a lezione di musica, fare i compiti” e così via. Non si fermano mai e quando arrivano al week end sono stanchi, quanto i genitori, della settimana appena conclusa.

Giocare, nel loro tempo libero, è un diritto ed è necessario per crescere, imparando proprio dal gioco. Lo sport, la scuola e le altre attività sono importanti e gli insegnano molto, ma anche i giochi di società lo fanno.

Per crescere dei bambini felici e sereni, bisogna insegnare loro anche altri concetti della vita importanti come: la pazienza, il gioco di squadra, l’importanza del prendere decisioni e l’importanza del saper perdere con intelligenza.

I giochi di società insegnano tutto questo. Inoltre, sebbene alcuni genitori preferiscono che i propri figli siano molto impegnati, dedicare un paio d’ore del week end ad attività come i giochi da tavola con loro, è un insegnamento che può dare molti frutti. Tra i giochi di società, che la maggior parte dei bambini preferiscono, ci sono i seguenti:

  • Cluedo
  • Taboo
  • Cranium Party
  • Trivial Pursuit

Crescere bambini felici con Cluedo: il gioco del mistero

Tutti i giochi di società sono particolarmente indicati per i bambini, soprattutto per i genitori che desiderano trascorrere del tempo con i loro figli senza annoiarli.

Cluedo di Hasbro è un gioco molto consigliato, perché racchiude in sé tutto il mistero e il fascino delle indagini e inoltre, stimola il ragionamento, l’istinto e la pazienza.

Per giocare a Cluedo, bisogna avere tanta pazienza e rispettare gli altri giocatori, osservando con astuzia le loro mosse. I bambini imparano ad osservare, a ragione e a fare deduzioni, mettendo insieme i fili di una narrazione.

Lo scopo del gioco è quello di trovare l’assassino. Cluedo gioco di società di Hasbro, consente a tutti i partecipanti il ruolo di investigatore privato. Bisogna risolvere il caso di Samuel Black. Chi per primo ci riuscirà vincerà la partita.

I giochi di società sono anche un modo per sviluppare una sana competizione tra i giocatori. Si deve pazientare, svolgendo le indagini con tutti gli indizi a disposizione per risolvere il mistero. Un altro punto a favore dei giochi di società come quelli da tavola, è la possibilità di insegnare l’importanza del seguire delle regole per raggiungere un risultato.

Tutti questi, sono insegnamenti che i bambini ricavano anche da altre attività, sia all'aria aperta che non. I bambini che, però, hanno dimestichezza con i giochi di società, sono molto più in grado di vivere in società serenamente. Hanno sviluppato la dote della pazienza, della costanza e il rispetto delle regole, per raggiungere un obiettivo.

Le loro aspettative sono commisurate al loro operato e questo li rende molto più capaci di essere felici.


Giochi per bimbi di 6-9 mesi: educare giocando

By D D 1 anni fa 8853 Visualizzazioni Nessun commento

Il gioco è uno strumento indispensabile di crescita e formazione per un bebè. Già dalle prime settimane di vita, il neonato reagisce agli stimoli esterni. Per lui ogni giorno è una nuova scoperta e una nuova conquista nel percorso di crescita. Ed è soprattutto giocando che il nostro bimbo imparerà a conoscere se stesso e il mondo fisico che lo circonda. Non è solo un modo per divertirsi, ma anche per stimolare fantasia e creatività e imparare a sviluppare i sensi e le capacità motorie. Per questo motivo oggi ti proponiamo tanti giochi per bimbi di 6-9 mesi che ti aiuteranno ad intrattenerlo in modo educativo.

La sua graduale acquisizione di nuove capacità e competenze passa anche attraverso la relazione con l’adulto. Nei primi mesi di vita il gioco è soprattutto condivisione. Per questo è importante proporre attività anche ai bimbi piccolissimi perché il gioco, anche il più semplice, può insegnare al bambino come relazionarsi con gli altri e come comportarsi.

Attraverso il gioco il bambino impara a:

Scoprire e testare le sue capacità;

Relazionarsi con sé stesso e gli altri;

Conoscere ed esplorare cause ed effetti;

Accettare le sconfitte e ad affrontare le paure;

Conoscere e rispettare i valori della famiglia e le regole della società.

Non esiste una ricetta unica da seguire nella scelta dei giochi più adatti per un bebé. Giocare è prima di tutto un’attività di svago per i bambini, ma può essere anche un importante strumento educativo.

È importante per i genitori, e per gli adulti in generale, imparare a giocare coi propri bimbi in maniera corretta, scegliendo attività che siano fonti di stimoli, che aiutino il bimbo a rafforzare la sua autostima e la sua capacità decisionale, e allo stesso tempo gli diano la possibilità di sperimentare rispettando, però, la sua età e le sue naturali tappe di crescita. Per questo, nella scelta dei giochi per bambini è bene tener conto di alcuni punti fondamentali:

Ogni età ha le proprie attività ludiche;

Non forzare bisogna il bambino con giochi non adatti alle sue capacità cognitive e sensoriali;

Rendere ogni gioco istruttivo;

Coinvolgere il bambino nella scelta del gioco;

Ascoltare le esigenze del bambino, senza imporre la visione rigida “da adulti”;

Insegnare che le regole sono importanti, ma che ci sono anche le eccezioni.

Da zero a tre mesi:

Nei primi mesi di vita del neonato vanno scelti giochi che gli offrano stimoli come luci, colori e forme. Un grande classico è la giostrina da culla a cui sono appese api, aeroplanini, pesciolini, e tutta una serie di figure che si muovono al ritmo musicale e stimolano il bambino alla presa e al coordinamento.

Intorno ai 4 e 5 mesi ormai il bimbo riesce a muoversi con maggiore forza. A questa età sono molto utili la palestrina, per rafforzare ossa e muscoli, e i tappeti morbidi da stendere sul pavimento, su cui il bambino deve essere libero di muoversi afferrando tutto ciò che vuole.

Giochi adatti ai bimbi di 6 mesi

A sei mesi i bambini cominciano ad essere più autonomi ed interattivi. A questa età di solito il neonato è già in grado di stare seduto da solo ed è più consapevole nelle sue attività di esplorazione dello spazio che lo circonda.

I suoi movimenti diventano sempre più precisi e coordinati, la sua attenzione si sposterà anche su oggetti molto piccoli. A questa età i giochi sono spesso afferrati per essere buttati a terra che per giocarci. Anche questo serve a creare consapevolezza del mondo che lo circonda.

Palestrina elettronica. Tappetini gioco interattivi e palestrine multifunzione offrono al neonato esperienze multisensoriali che permettono al bimbo di imparare a coordinare i suoi movimenti.

Giochi da dentizione. Il fastidio e il dolore delle punte dei dentini che iniziano a crescere, tipico di questa età, si può alleviare con appositi giochi, in plastica o in morbida gomma non tossica. Questi giochi sono adatti anche allo stimolo naturale di portare oggetti alla bocca.

Piramide impilabile. La torre degli anelli impilabili sviluppa le capacità percettive dei bambini attraverso la manipolazione. Cercando in infilare gli anelli colorati nel fulcro centrale il vostro bambino potrà affinare la sua coordinazione mano-occhio ed essere padrone dello spazio circostante.

Trottola. La trottola per bimbi della Chicco è tra grandi classici dei giochi educativi per i più piccoli. Insegna a comprendere le relazioni causa-effetto.

Palla. Una palla colorata in morbido tessuto con sonaglino interno può essere un gioco molto divertente a stimolare tatto e vista del nostro bambino.


Giochi per bimbi di 9 mesi

A 9 mesi il bambino è sempre più autonomo e le sue capacità motorie sono ben sviluppate. A questa età il neonato potrebbe già essere in grado di tirarsi su in piedi da solo aggrappandosi ai mobili che lo circondano. In questa fase della crescita, a colpire l’attenzione dei bambini sono soprattutto giochi interattivi che riescono a dare libero sfogo alla sua immaginazione e alla sua curiosità.


Giochi primi passi: per aiutare i bambini a compiere i loro primi passi nel mondo divertendosi.

Telefono: un telefono giocattolo per replicare il più classico “gioco del telefono” con tasti colorati e tanti effetti sonori e luminosi.

Peluche: un morbido e tenero peluche interattivo che parla e canta è un ottimo compagno di giochi per ogni bambino e lo aiuta a sviluppare la manualità e la percezione sensoriale.

Libri: sugli animali magari, pieni di disegni colorati, meglio ancora se tattili (con parti di diverse consistenze per stimolare il tatto del bambino) e sonori.

Giochi musicali: come pianola, chitarra, tamburello o xilofono. Giocando con i tasti colorati il bambino potrà imparare il rapporto causa/effetto e quanto può essere divertente picchiare le manine sui tasti generando allegre e divertenti composizioni musicali.

Il tuo bambino ha tra i 6 e i 9 mesi? Scopri sul nostro negozio online tutte le possibilità che avete insieme di giocare e divertivi, aiutandolo nel suo percorso di crescita.